Come verificare su iPhone a quale rete cellulare si è connessi

Argomento per smanettoni o semplici curiosi. Oggi vi spiego passo passo come verificare sul vostro iPhone a quale rete cellulare siete connessi, quale gestore, ed una serie di curiosi parametri tecnici della rete. A cosa serve? Oltre a semplice curiosità a vedere, ad esempio, se avendo Iliad la vostra zona è coperta dalla rete proprietaria in costruzione o se siete ancora (come quasi tutti noi) sotto WindTre. Ma anche a vedere se state usando la banda a 800/900Mhz, 1800Mhz, 2600Mhz. Ci sono moltissimi altri dettagli tecnici che neanche io so interpretare ma spiegherò quelli più facili da comprendere.

Allora, cominciamo ad aprire il tastierino di digitazione numero telefonico, non memorizzate la stringa perchè non funziona richiamandola dai contatti e scrivete quanto segue:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Digitate il tasto verde come per fare una chiamata e vi si aprirà questa schermata:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si possono visualizzare molti parametri ma noi siamo focalizzati sul 4G/LTE quindi selezionate la voce LTE.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Adesso aprite la voce Serving Cell Info

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vediamo come leggerla. Per i nostri scopi guardiamo semplicemente:

sel_plmn_mnc: 01=TIM, 10=Vodafone, 99=Tre, 88=Wind ma oggi con l’unificazione delle reti Wind e Tre il codice unico è 88, 50=Iliad. sel_plmn_mcc in Italia sarà sempre 222 per ogni rete. E’ come il prefisso di un numero quindi le nostre reti saranno 222-01 (TIM), 222-10 (Vodafone), 222-88 (WindTre), 222-50 (Iliad).

Un’altro parametro interessante è freq_band_ind . Indica la banda di frequenza LTE (4G) che stiamo utilizzando nello specifico vi indico (vale per ogni gestore) frequenze, bande corrispondenti e relative velocità massime raggiungibili. Ovviamente tutto è teorico perchè dipende dal segnale che riceviamo, dall’affollamento della cella e quindi la concomitanza di utenti. In GSM/4G la risorsa radio è condivisa. Quindi non è detto che si raggiungano le velocità dichiarate. Le BTS (i ripetitori) hanno dei link in fibra ottica di una certa “capienza” ammettiamo che la BTS è connessa alla rete ad 1Gbps (1000Mbps) qualsiasi telefono si possa avere se sei l’unico che in quel momento impegna la BTS raggiungi il massimo ma se già siamo in 10 non si superano i 100Mbps se siamo in 20 in contemporanea non si arriva a 50Mbps.

Molto importante capire quindi l’affollamento delle varie bande di frequenza. Le bande a frequenza più bassa (800/900/1800Mhz) coprono di più ma propio per questo hanno più utenti contemporanei e quindi minore velocità condivisa anche perchè non tutti gli smartphone (specie se relativamente datati) supportano tutte le bande LTE, la 2600Mhz , ad esempio, non è supportata da molti smartphone e per questo risulta la più veloce in assoluto. Di contro ha una copertura del territorio molto inferiore rispetto ai 1800 o ai 800/900Mhz.

In parole semplici più si sale di frequenza meno si copre quindi meno utenti, maggior velocità di navigazione (sempre che lo smartphone lo permetta).

Frequenze più basse più utenti e minore velocità.

Non è affatto raro anzi comune che a seconda di che banda prende lo smartphone, in alcuni posti si navighi anche ad 1/2 mbps mentre in altri si possono raggiungere 200mbps ed anche di più. Così son fatte le reti mobili.

Di seguito la tabella “teorica” delle bande, frequenze e massima capacità (in velocità) raggiungibile:

Bande LTE:

20 (800Mhz) 10Mhz 75Mbps

3 (1800Mhz) 10/15/20Mhz 75/112.5/150 Mbps

7 (2600Mhz) 15 Mhz 112.5Mbps

1 (2100Mhz) 50Mbps

10 o 15Mhz è la larghezza dello spettro radio riservato a quella banda. Maggiore è migliori sono le prestazioni.

Si vede quindi che mentre la banda 20 copre di più ma ha una capacità massima di 75mbps e molte connessioni contemporanee, la velocità reale sarà bassa se non bassissima, mentre la banda 7 copre meno ma offre prestazioni migliori.

Tornando all’ultimo screenshot il telefono, o meglio la rete dice leggendo i parametri mostrati:

  • freq_band_ind: 7 (2600Mhz)
  • ul_bw e bl_dw sono segnati 100 Mbps

Questi ultimi due valori sono la capacità della cella.

Esistono però meccanismi di “aggregazione” fra bande (CA= Carrier Aggregation) che a seconda dello smartphone e della cella riescono ad aggregare le risorse radio e di conseguenza ad aumentare l’esperienza finale.

In due parole la BTS mi da magari 50 sui 2600mhz , 20 sui 1800, 10 sugli 800 alla fine raggiungo 80mbps in download.

Ho provato a spiegarlo nel modo più semplice possibile 🙂

C’è molto di più “under the hood” (sotto il cofano) ma rischierei di diventare incomprensibile 🙂

Saluti,

Pietro.