CoronaVirus, fase 2: l’incoerenza di certe leggi e regolamenti

Domani comincia la fase 2 cioè un semi ritorno ad una pseudo normalità. Pseudo perchè nei fatti fra oggi e domani non cambierà molto. Apriranno alcune fabbriche (il che è positivo) ma molti esercizi commerciali resteranno chiusi fino al 18? Chi lo sà? Fino a Giugno? Mah vedremo.

Se da un lato le misure stringenti di questi 2 mesi le giustifico per limitare la pandemia, permettetemi di dire che l’attuazione delle stesse sono state e sono sempre e comunque di dubbia interpretazione.

Le mascherine queste sconosciute! Il prezzo “popolare” è stato fissato a 50 centesimi peccato che non si trovano da nessuna parte. Siccome in regioni come la Lombardia sono obbligatorie comprarle è un salasso. Ne approfittano farmacie e parafarmacie? Si senza ombra di dubbio.

Lasciando stare quelle “chirurgiche” che proteggono poco e non mi fanno respirare le altre più “serie” costano almeno 10 euro e teoricamente andrebbero usate per non più di 48 ore. Ora mi dico e chiedo: con la crisi che c’è chi può permettersi solo e semplicemente per andare a far la spesa di spendere 20 euro a settimana?

Fra l’altro un’ultimo studio sulle mascherine ha “smascherato” il fatto che 8 su 10 non servono praticamente a nulla. Probabilmente è stutto effetto “placebo”.

La cosa più importante penso sia mantenere distanze (io anche 2 metri non solo uno) e ridurre, ahimè, qualsiasi contatto sociale.

Idem per gel e guanti. Quasi introvabili. Fortunatamente anche se di scarsa qualità in ogni supermercato te li forniscono gratuitamente in entrata, almeno quello.

Andiamo al punto B (potrei arrivare alla Z ma mi fermo alla B). Le regole su i “congiunti”. Ora fermo restando l’ovvietà che padre,madre,sorella, cugini sono congiunti per una semplice linea di discendenza che comunque non esclude il fatto che per la loro vita possano essere contagiati o meno…chi sono gli altri congiunti?

Sembra di capire che sono persone “vicine” che hanno una relazione stabile. Ma stabile in che senso?

Ci sono conviventi o persone unite fisicamente e mentalmente che non sono sposati o non vivono sotto lo stesso tetto ma hanno comunque un forte legame affettivo. Sono congiunti o no? Vai a capire.

Quindi si crea molta confusione. Io per esempio che ho un’amica “speciale” da 20 anni sono congiunto o no?

Ma come fai a dimostrare la congiunzione i sentimenti malgrado non si viva sotto lo stesso tetto?

Dicono di voler facilitare le cose ma alla fine non fanno altro che creare confusione.

Continuo con le domande alle quali non ho risposta. Se la mia amica speciale mi viene a trovare e siamo io e lei soli a casa mia mi dovrei mettere la mascherina? Starle ad un metro di distanza?

Non credo tutto questo abbia senso. Se ti devo parlare col megafono e non guardare il tuo viso tanto vale che ti faccio una telefonata ed evitiamo entrambi problemi di interpretazione dei regolamenti.

Ok ho mentito cito il punto C. Ho scoperto casualmente che nel mio comune potrei andare a comprare il cibo 2 volte a settimana. Perfetto? Non direi. Nessuno mi ha informato è stato un caso ed anche nello stesso supermercato la cosa è scritta in piccolo in un posto ove nessuno legge.

Ora penso, perchè non informare i cittadini? Perchè non fare affissioni, mandare sms, whatsapp insomma pubblicizzare la cosa?

Io non sono tenuto per legge ad avere internet e conoscere l’indirizzo del sito del comune non e’ scritto da nessuna parte come non è scritto da nessuna parte che rispettando l’uso dei DPI io devo uscire per far la spesa quando dicono loro, non esiste propio.

E se fosse il tutto per rimpinguare le casse dei comuni? Beh il dubbio mi viene.