DMR o C4FM (Wires-X)?

Le variabili son tante.In primis la copertura nella zona ove si opera prevalentemente. Premetto parlo perchè ho avuto sia il c4fm che adesso il dmr. Il c4fm è ottimo e facile da programmare è vero ma è uno standard proprietario Yaesu il che significa uno che compri solo quella marca e costicchia, due sulla longevità.Ovvio non si può prevedere il futuro ma nella peggiore delle ipotesi è più facile che duri di più un sistema open e usato da molti produttori che un sistema monomarca.
Lato dmr invece abbiamo una programmazione sicuramente ostica ma questo per un radioamatore dovrebbe essere,a mio avviso, uno sprono alla sperimentazione. Ostica non vuol dire impossibile poi se sei pigro puoi sempre farti passare un codeplug da un collega in zona e non programmare nulla semmai studiarlo ed adeguarlo/integrarlo secondo le tue necessità,
il dmr è di derivazione civile ed è open quindi esistono decide di radio di diverse marche fra le quali scegliere il che significa anche spendere molto meno che per il c4fm. Oggi con un’ottantina di euro compri una radio dmr bibanda analogica/dmr. Essendo open alcuni colleghi smanettoni modificano il firmware stesso della radio. Il ho il Radioddity GD77 ed hanno creato un fw alternativo che praticamente in meglio modifica nettamente la radio aggiungendo funzioni che ti permettono di non dover sempre e solo usare il computer.
Per win10 non so che hai letto ma non ho avuto nessun problema di driver almeno fino alla ver.1909 di win ora con l’ultima major release non ho ancora provato.
Altra cosa non di poco conto. Il c4fm è mono slot. Se cambi room la cambi per tutti gli utenti del ripetitore cosa per me molto poco carina sopratutto di giorno perchè se io voglio andare sulla room americana praticamente precludo a tutti i colleghi in zona di stare sulla room italy. Il dmr ha usa due timeslot (chiamiamoli canali per semplicità) il che raddoppia il numero di utenti ma permette,ad esempio, sullo stesso ponte di fare il qso locale sul ts2 lasciando libero ts1 per chi in zona voglia andare sul tg (talkgroup l’equivalente delle room c4fm) mondiale o italiano. Non è poco.
Anche il discorso economico non è trascurabile. Yeasu (io avevo FT1DE) arriva con la configurazione standard: rtx,batteria,antennino,basetta e carica batterie. Il GD77 ad esempio arriva addirittura con una batteria più capiente e 2 antennini uno corto ed uno lungo. Se questo potrebbe essere sorvolabile o secondario, diventa invece da considerare il costo degli accessori. Una seconda batteria per la Yaesu non l’ho mai comprata perchè costava 65 euro, pazzesco con 20 euro in più compri la radio dmr che ho. La seconda batteria del GD77 pagata una ventina di euro, direi una bella differenza.
Inoltre a differenza del c4fm il dmr è più interfacciato. Grazie ai colleghi che gestiscono il sistema italiano io da dmr posso andare su alcune room c4fm e dstar quindi con una sola radio interfacciarmi con tutti e 3 i sistemi digitali.
Lato qualità voce i sistemi sono entrambi ottimi. Non sto sponsorizzando ne l’uno ne l’altro, ma facendo più che altro una comparazione delle prestazioni.
Parlando di copertura ecco è importantissima ma è una variabile. Oggi c’è una situazione non e’ detto che sia la stessa domani. I ripetitori son gestiti da radioamatori che non hanno un “obbligo” su come utilizzare le loro creature. Ho visto molti ponti c4fm diventare dmr e viceversa. Brutta cosa del dmr italiano è che ci sono tre “parrocchie” (le chiamo cosi’) perchè la competitività è alta per motivi per me inconcepibili. Tre reti BreindMaster,DMR+,IT-DMR. Questo significa che un ripetitore o meglio un gestore configura la sua creatura su una delle tre. Non tutte si parlano fra di loro proprio per questa stupida rivalità. Questo crea difficoltà d’uso nell’utilizzatore finale. Personalmente sia perchè BM è più diffuso a livello mondiale sia per questione di principio (ham spirit dove è finito?) mi ha portato a scegliere esclusivamente una delle 3 reti. Io ho scelto la BM e fortunatamente ho un ponte che aggancio benissimo ed è “sintonizzato” sul BM. Come si vede, per tirare le conclusioni, sicuramente il c4fm è un’ottimo sistema digitale, ottima modulazione, disarmante facilità d’utilizzo. In pratica memorizzi entrata,uscita,shift e sei ok, premi tastino Dx (Wires-X) e sei in rete. Il dmr è più macchinoso ma offre molteplici possibilità di sperimentazione, diciamo difficile ma versatile su molti fronti.
Questi sono i fatti, ovviamente poi sono scelte personali a seconda delle proprie necessità e della copertura della propria zona.
73,

Pietro IU2 DLC
DMR-ID:2222603