Fire TV Stick : esperienza d’uso

La parola recensire o recensione non mi piace troppo perchè mi ricorda quei siti e persone che fanno direttamente o indirettamente pubblicità a vari prodotti. Non sono fra quelli. La pubblicità non ha mai influenzato i miei usi e costumi sono da sempre gli stessi in due parole non mi faccio influenzare dalla pubblicità anche se ammetto che senza quella non si verrebbe a conoscenza di prodotti più o meno validi.

Ecco perchè il titolo dice “esperienza d’uso” e non riporta neanche il produttore/rivenditore , per quello esiste google.

Andiamo al sodo. Provengo da una vecchia chromecast comprata anni addietro. Per chi non fosse informato sono chiavette che si collegano in HDMI ad una qualsiasi televisione (ovvio dotata di quegli ingressi) e tramite wi-fi ed account permettono di godere di contenuti multimediali sulla propria TV.

Ok con calma. Da quanto scritto ovvio dire che se non si ha una connessione domestica wifi ed una TV con porta HDMI inutile continuare a leggere perchè il tutto sarebbe inutilizzabile.

Detto questo il concetto di base è che queste chiavette rendono una TV anche di vecchia generazione SMART cosa significa? Dall’inglese smart=furba/intelligente. In due parole la TV diventa interattiva. E’ possibile sentire musica, guardare video youtube ad esempio, utilizzare servizi video di streaming come netflix o infinity tv e molti altri senza la necessità di dover collegare un computer alla televisione.

Queste chiavette permettono di installare applicazioni dedicate per una serie di cose.

Ok andiamo avanti. Non posso fare paragoni fra la Chromecast e la Fire Stick sono generazioni diverse (almeno la mia comprata anni fa) e quindi sarebbe riduttivo paragonare un prodotto di 3/4 anni fa con uno appena acquistato. La tecnologia avanza molto velocemente ed io quindi riporto l’esperienza d’uso del nuovo senza sminuire il vecchio in quanto tecnologicamente datato di suo.

Andiamo al “succo”. La chiavetta l’ho pagata 25 euro in offerta ma si trova più o meno anche a 10 euro in più. In ogni caso è una spesa abbordabile.

Viene fornita con alimentatore dedicato, telecomando (ne parlo dopo) e piccola prolunga hdmi maschio ad hdmi femmina in modo che se nella TV c’è un po di confusione con gli ingressi la prolunghina li risolve migliorando anche la connessione wi-fi.

Avviso da esperienza personale. Malgrado le nostre recenti o meno TV hanno le porte usb spesso erogano poca corrente il che fa funzionare male la chiavetta quindi consiglio per la migliore esperienza multimediale è usare l’alimentatore fra l’altro in dotazione.

Sembra una banalità ma non lo è. Il mio Samsung ha la porta usb con la quale usavo chromecast senza problemi alimentandolo dalla stessa, pensando di far lo stesso non è andata troppo bene. La chiavetta funzionava ma ogni 20 minuti i film si interrompevano. Collegato l’alimentatore incluso ho risolto il problema.

La chiavetta viene data con telecomandino e batterie incluse, configurarla è abbastanza banale in pratica basta collegarla alla rete wifi. Attenzione rete wifi a 2.4Gh, tutti i dispositivi di domotica funzionano su quella frequenza, impostarla (anche se teoricamente si può) sui 5Ghz beh diciamo che ci complica la vita.

Configurata sul nostro wifi ha già le sue app di default per fare una serie di cose…piano….

Ovviamente bisogna avere un’account Amazon che serve sia per le sue app che per l’installazione di ulteriori altre.

Ripeto, voglio dare una paronamica, non un manuale di utilizzo.

Dopo la configurazione iniziale attraverso il tuo account Amazon ed il tuo computer puoi scegliere cosa installare di aggiuntivo. Ci sono centinaia di app…si si proprio come per uno smartphone. Io ad esempio ho installato raiplay,infinity,spotify e poco altro ma ci sono tante possibilità.

Il telecomando fornito con l’ultima versione (quella della quale parlo) è molto semplice, pochi tasti, poca confusione ed include ….Alexa l’assistente vocale di Amazon.

In pratica puoi o potresti accendere e spegner la TV parlando al telecomando, andare avanti e indietro e molto altro senza dispositivi supplementari.

Personalmente avendo già Alexa (leggi domotica) non mi interessa questa funzionalità e mi limito ad usarlo come telecomando tradizionale ma è giusto evidenziarlo perchè ,anche per chi non ha altro, con 25 euro hai oltre la chiavetta anche il telecomando che si interfaccia con l’assistente vocale….simpatico, interessante, inutile? Dipende dai punti di vista.

La versione della quale parlo (nuova ma la più economica) supporta fino a 1080p (Full HD) per una decina di euro in più esiste la versione che supporta i 4K. Non avendo TV a 4K ho preso quella più economica.

Molto interessante che nelle TV abilitate (il mio Samsung anche se vecchietto lo è) la chiavetta viene vista come dispositivo HDMI-CEC il che in parole povere significa che dal semplice telecomandino della chiavetta accendi e spegni sia chiavetta che tv, regoli il volume e fai tutto con un solo telecomando.

Detto questo, a livello di banda internet un film in fullHD non richiede più di circa 8/10mbps quindi anche una vecchia ADSL da 20 (a patto che li faccia) va più che bene, un collegamento in fibra ottica o fibra/rame che supera i 20mbps reali va più che bene per la versione basic, ovviamente per la 4K la connessione deve essere più performante.

Per concludere quali sono i vantaggi e gli svantaggi? Lasciando stare Alexa e sempre a patto di avere una connessione wifi con 25/40 euro dai vita ad una TV obsoleta e puoi vedere e sentire qualsiasi cosa con una qualità audio e video superlativa. Io a casa ho il cavo d’antenna guasto, prenderei pochi canali del digitale terrestre (fra poco cambiano anche standard quindi il decoder lo posso buttare) ed in questo modo posso usufruire senza antenna o decoder di centinaia di contenuti (rai,youtube e molto altro) gli svantaggi? Nessuno considerando il rapporto qualità/prezzo.

E’ tutto, vi saluto,

Pietro.