Iphone 12 – mie prime impressioni

Come fare a scrivere qualcosa che già da fine Ottobre non hanno scritto centinaia di testate e di utenti su questo smartphone?
Difficile, proverò quindi ad evitare il solito elenco di features ma a soffermarmi su quello che un’utente medio (è questo il target di questo iPhone) trova e prova. Quello che può piacere e quello che non potrebbe piacere.
Cominciamo con la solita riflessione: costa tanto. Nessuno lo può negare. Il modello da 64Gb (taglio minimo di memoria) costa in Italia 939 Euro diciamo che non è alla portata di tutti. Potrei dire costa tanto, cifra spropositata quando alla fine dei conti per l’utilizzo quotidiano ci sono smartphone Android che fanno praticamente le stesse cose. Ormai le app più usate sono disponibili sia per IOS che per Android, quindi per essere sincero se usiamo il “telefono”, mail, whatsapp, Facebook, qualche foto e video al volo, se non siamo videogiocatori compulsivi, beh con 100 euro trovi degli Android che di sicuro bastano per la quotidianità.Sono sincero, nel 2020 ho avuto un Nokia 5.1 Android da 5.4″ che non mi ha deluso, ottima marca e prezzo 100 Euro.
Razionalmente quindi spendere quasi 10 volte di più sembra assurdo. Chi potrebbe dire il contrario.
Ma se da un lato è indiscusso che si paga il brand Apple è anche vero che le caratteristiche di questo telefono nello specifico sono al top. Quando dico al top vuol dire che ad oggi sotto tutti i comparti non esiste di nessuna marca un telefono migliore. Parliamo di un costoso top gamma della Apple se guardiamo agli altri top gamma di sicuro non li regalano mica, pensiamo a Samsung S20 o i top di qualsiasi altra casa. Non meno di 700 Euro. Il gap diventa inferiore.
Piccola parentesi ma molto importante. Mentre Apple da sempre, progetta il suo Hardware in casa e ci “costruisce” sopra il sistema operativo tutti gli altri usano Android che non sempre è ottimizzato per il singolo modello. Questa è la differenza fra comprare un’abito per tutti o cucicrlo sopra al cliente secondo le sue necessità e misure. Ecco Apple cuce addosso ai suoi “manichini” il miglior vestito mentre gli altri adattano il vestito esistente ai loro di manichini.
Sembrerà banale ma tencicamente la differenza è abbissale.. Un qualcosa di adattato non sarà mai performante come un qualcosa cucita addosso proprio per te. Per i più tecnici basta vedere le specifiche. I telefoni Android (di qualsiasi marca) hanno bisogno di un hardware fin troppo potente per girare alla pari di iPhone che con meno risorse grazie all’ottimizzazione ne esce a testa alta.
Ovviamente questo si paga ma ripaga in prestazioni. Attenzione per dettagli estetici e materiali. Stile con resistenza dei materiali utilizzati restano un’altro punto di forza dei telefoni della mela così come mantenere dimensioni e peso contenuti. Son rimasto stupito nel vedere come a dimensioni fisiche il mio Nokia 5.1 da 5.4″ risulta di un paio di mm più lungo di un iPhone 12 da 6.1″. Rimasto sorpreso dalla manegevolezza e tascabilità (strano io pensavo ad un padellone invece no) del modello da 6.1″.
Beh sulle specifiche e funzionalità c’è poco da dire e rimando a siti più specializzati ma non manca veramente nulla. Dalla connessione 5G a BT 5.0, NFC, ricarica wireless, e-sim, comparto fotografico d’eccezione fino a 4k, display spettacolare,  processore  e gpu al top e molto altro che così a mente neanche ricordo.
Il perchè quindi si spiega in modo semplice. Con iPhone 12 oggi hai tutto quello che c’è e che ancora non c’è (5G ad esempio) il che lo rende un’acquisto se pur esoso che lo preserva da obsolescenza almeno per i prossimi 3/4 anni.
Apple da sempre garantisce aggiornamenti di IOS per molto molto tempo, cosa che non accade su molti dispositivi Android anche di fascia alta.
Alcune pecche che personalmente non apprezzo: non viene dotato di caricabatterie ed auricolari. La scusa è per diminuire le emissioni di CO2, plausibile ma non mi sembra corretto che spendi 940 euro e manco puoi ricaricarlo, verissimo che ognuno ha powerbank ed altri alimentatori ma non andrebbe dato come assunto di base per chi spende certe cifre.
Il cavo in dotazione è lighting/usb-c. Anche li non tutti hanno usb-c sul computer, vero che con 9 euro ho comprato 3 adattatori per le usb “normali” ma direi ..non si fa.
Paradossalmente un “vecchio” Mac non vede il nuovo iPhone…devo usare Windows 10 per sincronizzare musica.
Su iTunes hanno tolto la possibilità di gestire le app (questo però vale per tutti gli iphone) altra scelta molto opinabile.
Ovviamente sono dettagli ma che per chi spende quei soldini fanno storcere la bocca anche se non indispensabili.
Che dire, penso sia il miglior iPhone della lineup Apple ad oggi. Ognuno poi faccia le proprie considerazioni.
P.S: la nuova colorazione blue è molto bella, direi la migliore fra i colori disponibili.