Iphonexit

Ebbene si fino a qualche mese fa non avrei immaginato di scrivere questo articolo eppure è successo. Non ho e non avrò più un’iphone e lo dico con quel pizzico di malinconia che generalmente provo per avvenimenti,persone ma anche cose,abitudini.

Ma chiedimoci il perchè. Iphone è uscito in Italia nel Luglio del 2008 nella versone per l’Italia iPhone 3G. A quei tempi, che sembrano preistoria perchè nel mondo della tecnologia 12 anni sono un’eternità, rappresentava una vera novità in quanto univa le funzionalità di un’avanzato lettore mp3 con una bella interfaccia grafica touch screen ed in più la parte telefonica. Una vera innovazione a quei tempi oltre all’avanzata sicurezza e qualità costruttiva che da sempre contraddistingue Apple.

Sono stato uno dei primi a comprare il 3G poi il 3GS, poi il 4, il 5, il 6 ed in ultimo il 7. Ovviamente si parla sempre di costi superiori (in media non ho fatto un calcolo preciso) ai 700 euro il che non sono noccioline per la classe media stessa.

Con il passare degli anni si è vista la morte dei vecchi sistemi operativi per smartphone come il blackberry,il symbian,il windows phone ed il mercato man mano si è assestato su Android ed IOS di Apple.

IOS è un sistema operativo eccellente il suo punto di forza è che è ottimizzato per l’hardware che usa visto che essendo sistema proprietario lo usa solo Apple quindi costruisce il software sulla base del relativamente basso numero di dispositivi che ha lanciato e lancia. Android di contro è “open” quindi è stato adottato nel frattempo da centinaia di produttori di smartphone (da Samsung,LG,Huawei,la stessa Google che lo ha “inventato”) facendo in modo che venissero sfornati da decine di produttori centinaia di smartphone Android che a secondo dell’hardware via via sono andati scendendo di prezzo. Un telefono Android lo compri 70 euro come 800 euro per i modelli di fascia alta.

Ovviamente entrambi i sistemi operativi si sono evoluti sia come funzionalità che lato sicurezza accogliendo le nuove funzionalità offerte dalle nuove tecnologie.

Personalmente, pur avendolo provato, non mi ha mai “entusiasmato” Android. Forse per il fatto che le app. si aggiornano fin troppo spesso? Forse semplicemente perchè abituato ad IOS e non lo so usare bene ed invecchiando si diventa meno propensi ai cambiamenti. Può essere.

Ma andiamo al senso dell’articolo che non è sicuramente paragonare gli uni con gli altri ma semplici riflessioni.

Ormai da molto direi da troppo tempo Apple non innova più! Saranno i limiti tecnologici (non sempre realizzi quello che hai in testa se sul mercato la tecnologia ancora non c’è) saranno mancanze di idee o semplicemente la “sbornia” che porta il successo.

Di fatto Apple da anni non innova. Ne più ne meno come i suoi competitor si limita ad aggiungere 4 funzioni, fotocamere migliori,processore più veloce, il gb in più di ram ma null’altro.

Cambia connettori standard con quelli proprietari ed usati in 3/4 del pianeta a suo uso e consumo complicando di fatto la vita a chi ha più dispositivi, mettiamoci anche questo.

Una cosa però non cambia. Il prezzo esagerato di questi smartphone che se poteva avere una ragione (sia a livello tecnico che stilistico che di “status symbol”) 5/6 anni fa oggi non ha alcuna ragione.

E’ vero IOS è più longevo nel senso che anche le ultime release possono essere installate su iPhone relativamente datati il che porta, fortunatamente, l’utente a non (a meno di particolari esigenze) a non dover cambiare iPhone ogni anno. Android è meno malleabile su questo ma è anche vero che aggiornamenti del sistema operativo a parte, uno smartphone diventa comunque obsoleto a livello hardware dopo 3 anni.

Altra riflessione. Sarò drastico ma uno smartphone è un telefono evoluto. Fa filmati,video,naviga ma non sostituisce un computer (di qualsiasi tipo esso sia). Nasce per essere usato in mobilità questo è il senso. Comodo è avere in un unico dispositivo un navigatore,lettore musicale,fotocamera ma qualsiasi smartphone non sostituirà mai quello che è un’impianto hi-fi, una macchina fotografica reflex con lenti intercambiabili, un videorecorder di fascia medio alta.

Fa tutto discretamente ma non sostituisce le singole cose se si cerca un’utilizzo serio e professionale.

Detto questo, che senso ha se l’innovazione è solo passare da 8 a 12 megapixel? Le foto delle vacanze le vedi comunque bene che siano anche 4 i megapixel. Se lavori seriamente non usi uno smartphone.

Il processore ultra veloce può andar bene per i teenager che si fanno i videogiochi sul “telefonino” ma per la stragrande maggioranza degli utenti la differenza fra un quad core a 1.6 ed uno a 2.4 non si nota neanche usando il cronometro. Solo marketing.

Fermo restando che iPhone 7, perfetto in prestazioni e dimensioni, è stato per tre anni il mio compagno “smart” e da allora leggendo le non-innovazioni di Apple non ho mai sentito necessità di cambiarlo con nuovi modelli (visto le pochissime differenze) la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata vedere un Nokia 5.1 in offerta a 99 euro.

Faccio nome per spiegare e per par condicio visto che ho citato Apple ed i vari modelli.

16megapixel camera principale, 8 megapixel frontale, Android 9, sensore impronte digitali, dual sim,lte,bt,nfc, octa-core a 2.0Ghz, 3Gb Ram, display da 5.5″ con risoluzione maggiore di 1080p……costruzione ineccepibile con alluminio e gorilla glass 3……il Pietricello lo ha messo accanto al suo amatissimo iPhone 7 e da persona che ragiona si è chiesto ma cosa ha in meno degli ultimi iPhone?

La risposta è arrivata immediata: nulla anzi ha di più ad un’ottavo del costo di un iPhone.

Nella quotidinità si ho ancora problemi ma sono legati all’abitudine ad usare un Sistema Operativo che poco conosco non sicuramente alle performance che risultano ancora migliori di iPhone.

Il mio iPhone 7 vivrà ancora a lungo fra le mani di mio padre ma io un’iPhone non lo ricomprerò più. Poca innovazione, prezzi vergognosi per qualcosa che trovi anche in 100 euro di telefono e parliamo di Nokia che per i più giovani è colei che ha fatto la storia della telefonia mobile da sempre quindi di telefoni di qualità.

Ciao iPhone, ci siamo divorziati 🙂