La mia prova del 5G Iliad (confini di Milano)

E’ passato più di un’anno dai miei articoli ed impressioni su Iliad.

Questa volta ho fatto “al volo” una prova sul campo. Premetto è solo una impressione a caldo sulla mia “prima volta” in 5G con Iliad non è quindi nulla di nuovo per molti (in più di un’anno la rete sarà cresciuta) ne di significativo basandosi su una singola cella/posizione. Sicuramente in centro città con maggior numero di celle i risultati saranno notevolmente diversi.

Non vado troppo sul personale ma fra pandemia,pigrizia ed altro a Milano città non vado da più di un’anno e nel mio comune (seppur confinante) ancora il 5G non c’è. Ecco il perchè del poco significato dei dati che scriverò.

Oggi arrivato ai confini di MI (Molinetto di Lorenteggio) per chi conosce la zona ho visto per la prima volta 5G sul mio iphone 12, scrivo che smartphone ho è perchè anche oggi non tutte le marche e modelli supportano il 5G. Premetto che oltre ad avere il telefono adatto devi avere anche un piano con l’operatore che includa il 5G o per altri gestori (TIM ad esempio) pagare l’opzione stessa, caso contrario senza l’abilitazione al servizio anche se tecnicamente supportato non si vedrà mai il magico simbolo apparire sul display.

Andiamo al dunque. Dentro casa in 4G+ appena adesso i test indicano 76.6mbps in DL e 6.03mbps in UL. Attenzione valori molto variabili sia dalla posizione sia da quel non so chè di indefinito e comunque massimi, vedere anche la media (avg) nel test. Questo valore a volte può superare i 100 e spesso scendere anche sotto i 20 a seconda della posizione in casa e di altri fattori a me misteriosi (li conosco ma preferisco non accettarli) che riducono la velocità anche a 10/20/8 manco fossimo in 3G hdspa/hsupa.

Bene un pochino abbindolato dalla pubblicità io pensavo che il 5G portasse a velocità vicine al Gigabit, bene mi dico ignorante da solo. Non è così, l’ho appena scoperto, qui la mia delusione mi porterebbe a cancellare il post ma a che ci sono continuo e riporto da Wikipedia :

le velocità delle reti 5g spaziano da circa 50 mbit/s fino a oltre 1 gbit/s. la versione di 5g più veloce su onde millimetriche, nota come mmwave, a luglio 2019 sulla rete 5g di at&t ha raggiunto la velocità massima di 1,8 gbit/s. nelle frequenze inferiori ai 6 ghz (5g in banda media), di gran lunga le più comuni, si raggiungono normalmente velocità comprese tra i 100 e 400 mbit/s ma con una portata molto maggiore rispetto alle mmwave, soprattutto all’aperto. la 5g in banda bassa consente le coperture maggiori ma è anche la più lenta.la velocità 5g new radio (nr) in banda media è leggermente superiore rispetto alla 4g con un impiego analogo di spettro e antenne ma alcune reti 5g 3gpp sono più lente rispetto ad alcune reti 4g di tipo avanzato, come le rete lte/laa di t-mobile, che a manhattan e a chicago è in grado di raggiungere e superare i 500 mbit/s. le specifiche 5g ammettono anche laa (license assisted access) il cui impiego con tale tecnologia però non è stato ancora dimostrato. per le reti 4g, il ricorso a laa consente di aggiungere centinaia di mbit/s ma si tratta sempre di un’estensione della 4g e non una parte nuova dello standard 5g. la similarità tra 4g e 5g in termini di throughput nelle bande di frequenza esistenti deriva dal fatto che in termini di velocità di trasferimento dati la 4g è già prossima al limite di shannon. nella meno diffusa banda millimetrica, caratterizzata da larghezza di banda molto maggiore e portata ridotta che consente anche un maggior riutilizzo delle frequenze, le velocità della rete 5g sono sostanzialmente più elevate.”

In zona Molinetto Lorenteggio guardo lo smartphone ed il segnale era 5G ed a fondo scala, per chi non lo sapesse rappresenta l’inizio del comune di Milano sudovest, zona comunque piena di banche ed uffici vari.

La velocità massima in 5G raggiunta è stata di 242mbps in DL e di 14.9Mbps in UL. Ovviamente anche lì ho fatto qualche test ed i risultati sono stati abbastanza oscillanti scendendo a volte al livello di 60/70mbps come per il 4G+.

Spostandomi verso casa quindi uscendo dal comune di Milano, mi sono avvicinato alla presunta antenna, la stessa è quella mostrata nell’immagine del post (Via Volta 22, Corsico), cliccate sull’immagine se siete curiosi di vedere sulla mappa la sua localizzazione. Penso che sia quella in quanto co-locata fra TIM e WindTre e sappiamo che Iliad almeno in co-location ha ancora WindTre come partner. A pochi metri (Via Volta 56, Corsico) altra torre ma dal catasto delle antenne lombarde risulta solo per Vodafone.

Bene sotto lo speedtest era già migliorato con 307mbps id DL e 18.2Mbps in UL conferma che l’antenna è quella, non solo, la stessa copre anche fino a circa 1km all’interno del comune di Cesano Boscone confermando quindi il fatto che, come riportato da WikiPedia, sia nella banda media 5G che offre maggiore copertura ma una velocità massima teorica di 400mbps.

Che dire? Senza la spiegazione di Wikipedia sarei rimasto deluso da una tecnologia che pubblicizzano per il Gb ma che di fatto può arrivre a meno della metà ma penso sia un compromesso equo per montare meno antenne e garantire comunque un’elevata banda a molti più utenti.

Sono solo numeri e tecnicismi, nella pratica da sempre sono quello che sostiene che queste velocità sono solo mera pubblicità o meglio ad oggi applicabili alla IOT (tutto su Internet) ma per noi comuni mortali vi dico che bastano 25Mbps costanti per guardare un film 4K Ultra HD con Netflix/Amazon, altri provider si accontentano anche di un minimo di 15mbps quindi anche i 50/60mbps del 4G+ son più che sufficienti per far tutto da uno smartphone/tablet, figuriamoci le velocità 5G.

P.S: per sorridere e meglio provare a capire (dico almeno provarci). Ieri mi sono addentrato ancora più in Milano, il segnale 5G presente in zona S.Carlo (vicino stadio Meazza) beh velocità che a stento superavano i 40/50mbps, questa mattina (scrivo il 29/10) chiuso nella mia solita casina fuori Milano al 3 piano spunta un “4 tacche” in 4G e i test hanno riportato fino a 150mbps in download direi molto più del 5G di ieri in città. Insomma mi convinco sempre più che sia più fumo che sostanza forse il miglioramento (forse) sta solo nella minore latenza.