Liggio ma non fesso (multe lavaggio strada)

Scrive uno che si è preso da inizio anno 3 multe da 44 euro in 3 mesi per lavaggio strade nel comune di Cesano.

Allora ok fino a prima dell’emergenza ci poteva stare ed infatti le ho pagate tutte via bonifico. Colpa mia ok.

Però lasciatemi fare due considerazioni. La prima è generale e non connessa all’emergenza attuale: a che serve pulire gli angoli delle strade? Mi spiego meglio. Se io parcheggio la mia auto nel posto X copro quella parte di strada già con l’auto quindi li sotto sporcizia non se ne può accumulare. Io capisco spazzare i marciapiedi per i pedoni ma che senso ha andare a pulire solo dove le macchine son parcheggiate che, come scrivevo, già da loro si prendono eventuali foglie secche e quanto altro. In due parole pulite quello che e’ già pulito ma non il centro delle strade ove le auto circolano.

Si forse con un volo pindarico ci arrivo. Il tizio con la macchinetta sposta le foglie secche dal marciapiede al margine della strada dalla quale poi devono essere rimosse da quei camion che in più spruzzano un poco d’acqua.

Beh ha senso come non ne ha. Anni fa esisteva l’operatore ecologico che spazzava e metteva le foglie secche o quanto altro in sacchi e fine del discorso. Avveniva ed avviene ancora oggi in3/4 di Italia.

Quindi visto che si parla nella stragrande maggioranza di foglie secche ..si certo ci sarà qualche lattina di birra vuota o di vetro ma quella viene presa a mano non dal camioncino!

Le foglie secche inquinano? Fanno danni alla salute? Non mi risulta anzi essendo la mia auto che si riempie di foglie secche sotto e sopra dovrei io a chiedere la pulizia auto visto che quello spazio che occupo di fatto preserva quella parte di sede stradale.

A cosa serve quindi questa pseudo pulizia strade in posti dove non ci sono mercatini ne nulla, zone residenziali ove lavoratori parcheggiano?

Strade senza uscita che non sono frequentate neanche da passanti ma solo da gente che parcheggia.

Parte due. Non c’è una sola strada che non sia soggetta a questo trattamento anzi la stessa strada un giorno lavaggio lato A il giorno dopo lavaggio lato B.

La strada di fronte idem giorno dopo lato C e l’altro lato D…insomma uno si deve mettere un calendario per posteggiare regolarmente?

Non è che per caso il tutto è per, come sempre, pagare questa ditta che tutto fa tranne che pulire ma semplicemente ingrassare le tasche di chi ha stretto appalti con loro e con voi che avete mettendo 4 segnali di divieto il diritto di prendere multe ed intascarvi i soldi?

Levano le foglie non sanificano con disinfettanti business? Probabilmente.

Arriviamo al punto 3. Siamo in emergenza coronavirus eppure (vi ho chiamati 2 giorni fa) il regime resta.

Allora dico…ma come non devo uscire da casa faccio mille sacrifici per non uscire e poi devo uscire quotidianamente a vagare in zona per trovare un posto per parcheggiare? Nel frattempo esco, inquino, mi metto a rischio contagio?

Fra l’altro visto che dobbiamo starcene a casa i parcheggi sono sempre pieni e fra l’altro vi ricordo che non esiste una zona “franca” ove la gente possa lasciare l’auto per più di una settimana, non c’è forse si ma a 2km di distanza.

Vivo da solo, non sempre sto bene, ora devo starmene chiuso a casa e devo avere pure il problema di sta pulizia strade? Terza multa in meno di 3 mesi…ripeto ci sta, vi pago anche l’ultima che risale a fine Gennaio.

Ma mi sarei aspettato un poco di comprensione ai tempi di reclusione che siamo. Ma io ho chiamato è qualcuno mi ha detto che “anzi a maggior ragione che c’è il virus le strade vanno pulite”. Ripeto pulire il bordo di marciapiede non è pulire una strada o igienizzarla contro il virus.

Finisco dicendo che domani provvederò a pagare la multa di fine Gennaio ma dalla data di “isolamento” del Comune se mi arriveranno ulteriori multe per lavaggio strada io non pagherò nulla almeno fino a quando non tornerà la libera circolazione di persone e veicoli.

Liggio ma non fesso.

P.S: posteggio sempre dietro casa in parcheggi per strada tranquillissimi, mai in spazi riservati a diversamente abili, mai in modo strano, entro le righe di una strada senza uscita.

Cordiali Saluti