Alla mia mamma

Beh non so se dall’aldilà i defunti hanno internet ma di sicuro mamma oggi sa quello che sto per scrivere.

Proverò a scrivere pochi passaggi.

Sei stata un’ottima madre, dolce, amorevole, dura quando ci voleva. Sempre pronta a consigliare come a fustigare quando sbagliavo. Malgrado la differenza generazionale hai sempre cercato di capirmi,consigliarmi e confortarmi nei momenti più duri della mia vita.

Da quando sono andato via da casa ben 23 anni fa spostandomi a 1600km di distanza sei sempre stata presente. Ricordo che per 23 anni ci siamo sentiti ogni giorno al telefono parlando di tutto, di me, di te, di economia,politica,lavoro e di tutto.

Ecco sei stata la mia migliore amica, sempre imparziale e priva di pregiudizi ma prodiga di suggerimenti. Molte delle mie scelte non le hai condivise ma le hai comunque accettate.

Ma la cosa che ti fa speciale è che sei stata una vera guerriera. Hai saputo combattere il “grande male” per più do 30 anni, soffrendo per tutte le varie terapie ma sempre fiduciosa, piena di speranza e di forza interiore per andare avanti. Non è da tutti io non ci sarei riuscito.

Malgrado il tutto eri sempre positiva e propositiva nei confronti di tutti come se quello che ti succedeva fosse una semplice piccola caduta….cosa che non era affatto. Ti rialzavi più forte di prima.

Amorevolmente ti chiamavo negli ultimi anni “La Cupola” ovviamente non per la connessione con alcuna attività criminale ma perchè sapevi gestire le cose in modo imparziale sempre e solo per il mio bene senza pregiudizi cosa che in pochi visto il legame viscerale saprebbero fare.

Sempre consigli, ascoltali, falli tuoi ma poi fai come vuoi.

Ecco “la cupola” è la parte più alta di una chiesa, metaforicamente è la posizione dalla quale guardi tutto dall’alto e vedi tutto in modo più distaccato ma più imparziale rispetto a chi sta sotto la cupola.

Probabilmente la malattia e le sofferenze patite ti hanno insegnato a guardare il tutto da altro punto di vista perchè non sono i piccoli/grandi errori che vanno giudicati e bacchettati ma vanno capiti provando con miti consigli a mitigarli, dicendo la tua ma ascoltando anche la posizione altrui.

E’ triste dire che la tua dipartita lascerà per sempre in me un vuoto immenso ma è stata un bene perchè  dopo più di 30 anni di sofferenze te ne sei andata serenamente.

Riposa in Pace Mamma,

in loving memory of Angela 20-01-1946, 06-11-2020