Prepagate il mistero del credito quando diventa debito (ahimè)

La storia è vecchia da decenni e malgrado sia una TRUFFA da sempre nessuno è mai intervenuto!

Andiamoci piano piano. I piani della telefonia mobile prevedono il postpagato, ossia l’abbonamento, ove tu paghi dopo aver utilizzato il servizio telefonico in base a quanto hai utilizzato.

Esiste il prepagato ove tu ricarichi o meglio metti una certa cifra sul conto virtuale dell’operatore ed utilizzi i servizi fino all’esaurirsi di quanto hai depositato sulla prepagata.

Bene nulla che nessuno sappia. Ora andiamo all’italiano: la parola credito significa che tu (in questo caso perchè hai pagato prima) hai un “salvadanaio” finito il quale è lecito che si chiudono le porte. La parola “debito” significa che invece tu devi pagare qualcuno che in precedenza ti ha fatto credito.

Andiamo ancora indietro per un’attimo (non vi confondete). Noi italiani siamo stati i primi ad introdurre le ricaricabili. Se ben ci si pensa è la solita stoltezza delle masse ignoranti (senza offesa per nessuno). Per non pagare abbonamenti (che spesso sono se non più economici ma equivalenti alle prepagate) ci si ritrova a pagare qualcosa prima che la si abbia. Insomma come a dire vado dal salumiere, gli lascio 10 euro in fiducia sperando che mi dia 100gr di cotto al giorno fino ad esaurimento credito. Grande atto di fiducia che nel commercio al dettaglio non esiste in nessun modo però con i gestori lo facciamo….gli diamo i nostri soldini prima di utilizzare un servizio. Loro guadagnano poi se fanno errori di fatturazione siamo noi a dover reclamare. Già per questo la cosa non ha senso. Io pago a servizio erogato in modo che se vedo errori ti posso dire ascolta prima che io paghi controlliamo gli errori sennò io non pago.

Chiusa la parentesi, andiamo al punto. Ho la prepagata e capita a volte (ripeto da sempre e con tutti i gestori) di non poter telefonare. Bene in buona fede pensi “ho finito il credito” ed allora ricarichi quei 5 o 10 euro, anche perchè la fonia dei gestori dice sempre “non ha credito, credito zero”. Bene a volte succede che ricarichi, richiami per controllare ed il tuo credito e’ sempre zero. Mmmmh chiami e scopri che avevi un credito negativo!

Ma scusate se è credito come può essere negativo? Allora tornando all’italiano diventa DEBITO il che per la tipologia di contratto prepagato non è contemplato. Una cosa e’ credito un’altra e’ “debito”.

Ovviamente non sentirete mai controllando il “credito” che sieta a -5 o a -10 no perchè i furboni non possono dirlo però di fatto ricarichi ed a volte il tuo credito è ancora zero.

Tecnicamente il motivo e’ che non sanno tariffare in tempo reale quindi se io ho un’euro e navigo mazz’ora inconsapevole magari l’euro copre i primi 10 minuti e non i restanti 20.

Ma a me da cliente cosa me ne frega?

Dovrebbero essere loro a bloccare i servizi all’esaurimento del mio credito. Mi ritrovo quindi ad avere un “credito” negativo , parola inesistente perchè paradossale, senza neanche esserne a conoscenza.

Insomma loro non sanno tariffare ed io devo pagare le loro pecche?

Queste lamentele e questa storia succede da sempre, mi sono lamentato ma ovviamente ti sbattono la porta in faccia.

Oggi ho controllato la mia sim della TIM beh qualcosa è cambiato ora almeno dice il suo credito è -1.30 Euro.

Con il segno – non è credito è debito il che non è contemplato nel concetto di prepagata per definizione.

Praticamente significa che io se ricarico 5 euro mi ritrovo 3,70 Euro di “credito”.

Chiamarla Truffa è fin poco ma tranne me nessuno si è mai lamentato da più di 10 anni a questa parte di questo comportamento illegale da parte dei gestori.

Buon credito negativo a tutti.