SmartWatch AiMoonsa C9: Recensione

Premetto l’ho acquistato per due motivi. Il primo l’estetica molto elegante con la possibilità di cambiare gli sfondi il  che ti permette di avere fino a 4 visualizzazioni fra analogico e digitale molto belle a scelta fra 60 presenti nella sua galleria (attraverso l’app). Il secondo, ovviamente non sono ipocrita, il prezzo che alla fine con Amazon Prime ho pagato: 31,50€ ed in meno di 24 è arrivato a casa quindi,scusate il pragmatismo per quel prezzo raramente ci si delude e deluso non sono rimasto.

Le dimensioni sono da orologio da uomo. Cassa da 46mm che ne facilita la leggibilità. Il cinturino è grigio in silicone e si adegua a qualsiasi polso e si intona benissimo con cassa e quadrante. I materiali? Beh ad occhio la cassa sembra alluminio anoddizzato (color antracite) il vetro, bellissimo, non saprei di che materiale sia o quanto possa essere resistente ma è stupendamente quasi a specchio il che conferisce molta eleganza.

Il display è da 1,33″  ad alta risoluzione molto ben leggibile e la luminosità regolabile su 4 livelli. A luminosità media verso le 16 lo leggevo alla luce senza problemi. Lo schermo è touchscreen con un tocco perfettamente calibrato e non ho notato “lag” nello scorrere le varie schermate. La batteria è di 250mah e dichiarano fino a 7 giorni di autonomia con utilizzo normale che potrebbero anche arrivare a 12 a seconda delle funzioni che si usano.

Attenzione: il massimo da questo smartwatch lo si ottiene con continuo collegamento BT allo smartphone questo, ovviamente, comporta un maggiore consumo. Battito e ossigenzzione possono essere impostati sia in modo continuo che ad intervalli ma a meno che non ti serve in real time il monitoraggio può escludere l’aggiornamento continuo e controllare “on demand” dall’orologio i 2 parametri al fabbisogno. Idem per le previsioni del tempo ma queste variano poco. Ergo a meno che non svolgi attività sportiva per il resto della giornata puoi disabilitare la connessione con lo smartphone in BT. Ora,data,battito/ossigenazione e tutto puoi farli al bisogno dall’orologio e limitarti ad usarle durante allenamento. Puoi,volendo,anche spegnerlo la notte. Non ha sensore di prossimità ma solo accelerometro quindi la funzione di accensione schermo muovendo il braccio si attiva spesso involontariamente e non credo che se dormi stai a guardare l’orologio.

Attenzione2: dopo 3 giorni di prova la procedura meno indolore per non usare il BT è andare è per forza di cose “dimenticare” nelle opzioni BT del telefono lo smartwatch e chiudere l’applicazione GloryFit. Fare l’unpair dello SW da app fa perdere dati e tempo, sconnettendolo solo dal telefono invece ogni volta che riaprirai la app ti dirà di associarlo e permettere le notifiche null’altro..lo sincronizzi,chiudi la app e lo disconnetti. Poco poco laborioso ma penso che questi passaggi allunghino la durata batteria per il semplice uso delle funzioni basilari.

La ricarica poi una furbata: magnetica, non ti puoi sbagliare se poggi il connettore nel modo inverso la calamita lo respinge, di contro facile da staccarsi ma non è un problema visto che lo devi ricaricare togliendolo dal polso.

Solo due pulsanti con funzioni intuitive. Uno per accensione/spegnimento sia dell’orologio che del display. Ovviamente,come tutti, dispone della funzione che accende il display al movimento del polso con una durata che puoi scegliere fra 5 e 15 secondi. Pulsante in basso fondamentalmente serve solo ad accedere in modo rapido ai programmi di allenamento/sportivi (12).

Iper intuitiva anche l’interfaccia touch. Scorri sopra: messaggi, verso il basso: accesso rapido ai settaggi,luminosità,non disturbare, vibrazione. Scorri a destra: visualizzazione schermate di frequenza cardiaca, ossigenazione (SpO2), riassunto di passi,distanza,calorie,meteo,bpm,spo2,sleeping, e music. Ebbene si, come non tutti gli smartwatch puoi comandare l’app musicale per play/pausa/prossimo brano/brano precedente. Non ho mai capito perchè non hanno il controllo volume, cosa molto comune negli smartwatch eppure non ci vorrebbe nulla e faciliterebbe le cose. A che serve cambiare brano se poi il volume comunque lo devi regolare dal telefono o dagli auricolari?

Si può anche scattare una foto (ovviamente via smartphone) al movimento del braccio.Visualizza anche chi ti chiama e puoi decidere se rifiutare la chiamata. Ovviamente e coerentemente non si può rispondere perchè non ha ne microfono ne altoparlante. Idem per i primi 8 messaggi/notifiche ricevute. I messaggi ovviamente non sono visualizzati interamente ma solo le prime 2 righe. Completa il tutto un cronometro ad 1/100 di secondo.

La app da scaricare sia per IOS che Android è molto intuitiva anche se leggermente spartana ma di sicuro non ti perdi in mille sottomenù.

Incredibile la retrocompatibilità. Funziona sia con il mio iphone con ultima versione IOS che con un Samsung di 8 anni fa con versione di Android obsoleta da anni, quindi non chiedete “è compatibile con….” a meno che non abbiate un telefono di 20 anni fa.

Trovata la giusta regolazione del cinturino è abbastanza comodo il peso dovrebbe essere 58gr.

E’ dichiarata resistenza all’acqua IP68 il che significa OK per lavarsi le mani,doccia,bagno in piscina. Eviterei il mare personalmente a meno di superficiale nuotatina per poco tempo a causa della salinità. In ogni caso impermeabile non significa subacqueo e questo vale per ogni orologio.

Note dolenti o mancanze ce ne sono comunque. Non capisco perchè non ci sia un “buzzer” (beep) ma solo la vibrazione. Il beep esiste anche nei casio di 35 anni fa e non penso occupi spazio quanto il micromotore per la vibrazione, ergo si.. ha anche gli allarmi e le notifiche ma se non senti la vibrazione te li perdi. Piccola pecca (ma dipende dal FW/SW, 3 allarmi si ma per ognuno devi indicare anche il giorno della settimana o più giorni. Cioè mettere una sveglia oggi per oggi noo? Mi devo ricordare che giorno della settimana è…e vabbè.

Attenzione (almeno per IOS): la sua app (GloryFit) come notifiche prevede solo Gmail. Allora sulla app stessa nella sezione notifiche selezionate in fondo “other” e su IOS accertatevi che tutti e tre i modi “banner,badges,sound” siano attivi modificando quindi le impostazioni di default della sezione notification di IOS. Caso contrario non vi notificherà sull’orologio mail di altri account tranne gmail.

Andiamo alle funzioni biometriche. Gli sportivi credo resteranno delusi. La misurazione del battito è molto precisa, l’ho verificato sia con l’ossimetro che ho (bpm/spo2) ed anche con misurazioni fatte con apparati in ambito ospedaliero. Non lo stesso per la spo2 (che in effetti era una delle funzioni che più mi servivano) che misura sempre valori di 96/99% cosa impossibile e non in linea con l’ossimetro che posseggo e gli strumenti di riferimento sopra citati.

Aggiornamento: spiegato l’arcano. La misurazione SpO2 è relativamente precisa comparata ad altri strumenti. Il discorso e’ un’altro: l’ossimetro da dito (il più comune) misura la saturazione nella parte più periferica del corpo (le dita) ove scorrono solo capillari. L’orologio invece “poggia” su capillari e vene del polso stesso quindi mentre il battito è eguale sia in vena che sui capillari la quantità di sangue sulla quale misura la saturazione è diversa fra vene e capillari. Credo sia questa la differenza. Provando a poggiare l’orologio sul dito ove misuro spo2 con l’altro ossimetro i valori sono eguali ergo la spiegazione sia quella citata.

Non spariamo a zero sono valori indicativi e ne l’ossimetro da dito ne l’orologio sono strumenti diagnostici.In ogni caso queste rilevazioni variano continuamente ed ogni strumento ha la sua tolleranza, anche quelli ospedalieri.

Idem per il contapassi che non si basa su gps ma è di tipo “tradizionale” e le misure di percorenza le da in base all’altezza che imposti. Contando i passi e la relativa distanza ho notato che (misurando su google maps) scostamenti anche del centinaio di metri in difetto. Di contro c’è la simpatica attività sportiva “walking” che ti permette di vedere e dividere in sessioni separate poi caricate su app e server, passi,distanza,calorie,bpm e tempo di percorrenza. Sorvolo visto che non faccio sport o fitness su tutta la parte “obiettivi” da raggiungere giornalmente,settimanalmente,mensilmente a seconda dell’attività fisica che si fa che vengono registrati sulla app ed anche sull’app Health di IOS. Sicuramente qualcosa me la sono scordata.

Viene fornito con cavo per ricarica usb (lo si può caricare da computer o qualsiasi fonte con tensione 5V come alimentatori smartphone o powerbank) e manualetto rigorosamente in inglese ma abbastanza comprensibile quasi superfluo vista la semplicità d’uso del gadget.

Che dire? Allo stesso prezzo avevo preso un’Amazfit Neo (quello stile Casio digitale retrò) questo è in tutto un’altra storia ed ovviamente in meglio sia a livello estetico che di numero di funzioni. Verdetto dieci e lode se volete uno smartwatch economico,bello esteticamente,facile,con tutte le funzioni basilari ed una discreta precisione. Non credo sia consigliabile a chi cercha dati precisi per allenamento sportivo dilettantistico/professionale. Per quello scopo ci sono altri smartwatch più precisi ma anche 10 volte più costosi.